Vinieco.it in visita a Cantine Teanum

Pubblicato il 26/09/2016

Facciamo vino per passione, la stessa che trasmettiamo ogni qual volta un turista viene in visita nella nostra cantina; questa volta, però, abbiamo raccontato la nostra storia a degli ospiti speciali: gli amici della redazione di Vinieco.it, portale nazionale d’informazione enogastronomica che si occupa non solo di vino ed enologia ma anche di gastronomia, turismo, cultura ed eventi.

Il nostro responsabile alla comunicazione, Giorgio Ventricelli, ha accolto Chiara Sorino, direttore responsabile di Vinieco.it, Michelangelo Montanaro, sommelier AIS, e alcuni loro amici presso il punto vendita dello stabilimento di San Severo; da lì, il gruppo è stato accompagnato nella cantina in Località Predicatella, percorrendo le suggestive strade di campagna “allestite” a vigneti e uliveti.

Giunti a Predicatella, gli ospiti sono stati accolti dall’enologo Giuseppe Niro che ha raccontato e mostrato loro l’intero ciclo di produzione: dalla raccolta nei vigneti di proprietà al conferimento in cantina, dalla selezione del lievito e della temperatura al tempo di fermentazione fino all’affinamento dei vini in barrique o nelle cisterne in acciaio.

Conclusa la visita all’interno della nostra barricaia – dove sono realizzate le linee Otre, Gran Tiati e Gran Tiati Gold Vintage – il gruppo è stato condotto a Foggia per una degustazione enogastronomica presso il Wine Bar Teanum.

Qui, sono stati accolti dall’efficiente staff che ha messo subito a loro agio gli ospiti, e da Angelo Altieri, responsabile commerciale Italia di Cantine Teanum, che ha raccontato la filosofia aziendale che si cela dietro all’idea del Wine Bar Teanum Foggia.

Non solo, il gruppo ha avuto modo di degustare il nostro vino barricato Otre Nero di Troia, accompagnato dai piatti realizzati dallo chef Enzo Spremulli, che ha raccontato ai commensali la sua filosofia di cucina, che parte dalla conoscenza dei vini (come il Nero di Troia, appunto) da abbinare nel miglior modo possibile ai prodotti di stagione. Un esempio è la zuppa con fagioli, funghi porcini e castagne, pietanza autunnale realizzata con primizie stagionali, oppure il polpo ai vino rosso, cucinato con il Nero di Troia, pietanza che smentisce il luogo comune secondo cui al pesce si deve abbinare solo il vino bianco.