download pdf
Falanghina
Falanghina

Falanghina

100% Falanghina
I.G.P. Puglia
Altitudine: 150-200 metri sul livello del mare
13%vol.
Allevamento spalliera
Produzione per ettaro: 100 quintali
Raccolta manuale
Vinificazione: Spremitura soffice, fermentazione in contenitori di acciaio a temperatura controllata di 14°C.
Maturazione e affinamento: In contenitori di acciaio, affinamento in bottiglia.

Note caratteristiche: Di colore giallo paglierino, si apre all’olfatto con profumi fruttati e vanigliati, al gusto è morbida, piacevolmente calda, sapida e di buona persistenza. Si accompagna a crostacei, antipasti e gustosi piatti di pesce.

Servito a 10/12°C.

La Falanghina: Vitigno a bacca bianca, più volte confuso con altri, le cui origini rimangono incerte; le notizie raccolte risalgono più o meno al 1825. Attualmente è diffuso prevalentemente in Campania e trova il suo habitat ideale nell’isola di Procida, nella zona dei Campi Flegrei e nel Sannio, dove forse era già coltivato in epoca romana. Una delle migliori qualità di quest’uva è che, qualunque sia la zona dove viene coltivata, il vino che se ne ricava conserva inalterate le sue caratteristiche organolettiche. E’ chiamata anche Fallanghina, Uva Falerna, Biancuzita, Falerno Veronese, Falanghina Verace. Ha foglia media o piccola, cuneiforme, raramente orbicolare, trilobata e meno spesso pentalobata; grappolo lungo o medio, di media grandezza e compatto, cilindrico o conico, con un’ala corta; acino medio, sferoide, regolare; buccia spessa e consistente, di colore grigio-giallastro, con buona presenza di pruina. La vigoria è buona e la produttività media e costante; matura nella seconda metà di settembre.

2016
AWC Vienna – Gold Medal

 

2013
AWC Vienna – Silver Medal

 

2010
AWC Vienna – Silver Medal

2009
Bacco di Prammagigore - Diploma Medaglia d`oro
AWC Vienna – Silver Medal

2008
AWC Vienna –  Silver Medal

2007
AWC  Vienna – Seal of Approval

 

  • galleria
  • galleria
  • galleria